Consiglio Direttivo info 16

Consiglio Direttivo info 16

APPELLO AI CITTADINI DI TORRE SPACCATA La nuova amministrazione che si è insediata in Comune e in Municipio, fino ad adesso, non ha dato le risposte alle domande che avevamo posto. Ad esempio, al presidente Romanella nel settembre scorso (cfr. http://www.torrespaccata.org/consiglio-direttivo-info13/) Sono tante le questioni aperte, che in questi anni di attività del CDQ, hanno interessato il nostro territorio: sicurezza, viabilità, legalità, decoro, pulizia… tutte cose che chi ci segue conosce benissimo (e vi assicuriamo, conoscono bene anche “ai piani alti”!). Si tratta di dare un svolta all’operato del CDQ e speriamo che le elezioni del nuovo Consiglio Direttivo possano essere parte di questa svolta. Ma prima di tutto bisogna avere la consapevolezza che senza la partecipazione attiva dei cittadini non si potrà ottenere molto. Facciamo un piccolo calcolo. Torre Spaccata ha poco più di 20.000 abitanti; se a questi sottraiamo i circa 6.000 stranieri, i 2.500 minori e i 1.500 ultra ottantenni (non si offendano), rimangono circa 10.000 adulti potenzialmente attivi. Se a questi ultimi sottraiamo ancora l’80% di indifferenti (80%!!!!), abbiamo ancora circa 2.000 persone che si possono mettere insieme per fare qualcosa di buono per il nostro quartiere. Diciamo ancora che la metà, potrebbero essere presenti solo a qualche incontro/manifestazione: così rimangono 1.000 cittadini che, per caso, corrispondono circa al numero degli iscritti al gruppo su Facebook. Ma quanti di questi sono realmente iscritti al Comitato e hanno dato la loro piccola quota (i soldi servono per le attività e la comunicazione) ? Come mai nelle assemblea promosse si è sempre in 20-30 persone (ma c’è sempre qualcuno che vuole fare nuove manifestazioni e si lamenta che il Comitato non fa nulla)? Per due anni il Consiglio Direttivo, persone elette dall’assemblea dei cittadini che con molta fatica e pazienza ha trovato il tempo, si è incontrato TUTTE le settimane (forse qualcuna l’abbiamo saltata), sia presso la sede del mercato di via Sisenna sia presso quella odierna della Torraccia; quanti sono venuti a trovarci? Lo abbiamo detto e scritto fin dal primo giorno di attività: il Consiglio Direttivo vuole essere il catalizzatore delle risorse del quartiere, della partecipazione e della condivisione, ma se dietro non ci sono i cittadini attivi, tutto questo lavoro rischia di non bastare. Ecco la nostra proposta. Nei giovedì del 26 gennaio, 9 e 23 febbraio, dalle ore 18, presso la Torraccia (Via Marco Stazio Prisco 41) accoglieremo tutti coloro che vogliono iscriversi, candidarsi al Consiglio Direttivo, fare proposte operative … in poche parole: dare una mano ‘vera’ (NO perditempo e/o ‘amici di tastiera’). Logicamente ringraziamo quelli che rilanceranno questo appello presso amici e conoscenti di Torre Spaccata, ma mettete in conto che bisogna fare una piccola scelta di campo: se mi sta...

Read More

Assemblea di primavera 2016

Assemblea di primavera 2016

Si è svolta giovedì 26 maggio alle ore 18 l’Assemblea di primavera del Comitato di Quartiere Torre Spaccata, presso la sede del Circolo “La Torraccia” che ringraziamo, anche per la disponibilità ad ospitare l’attività ‘corrente’ del CDQ. Daniele Eleuteri, presidente del CDQ ha aperto l’assemblea facendo il riassunto di quanto fatto finora, elencando le luci e le ombre dell’attività del CDQ soffermandosi in particolare sui temi “caldi” quali: messa in sicurezza di viale dei Romanisti, roghi tossici, verde e decoro degli spazi e dei parchi, lo stato dell’arte sul Parco Archeologico di Centocelle, l’apertura della Metro C e la conseguente rimodulazione dei trasporti pubblici nel nostro quadrante, che ha creato non pochi problemi agli abitanti. Tasto dolente, sottolineato dal presidente, è stata la quasi totale risposta – a tutte le nostre sollecitazioni – da parte dell’amministrazione sia centrale sia periferica: Comune, Dipartimenti, Assessorati, Municipio perfino uffici tecnici hanno di volta in volta ‘preso atto’ delle nostre istanze ma sono stati incapaci di formulare risposte certe, efficaci, durature … il tutto, non dobbiamo dimenticarlo, inserito in un periodo temporale che ha visto la Giunta comunale cambiare un paio di volte, fino alle ‘dimissioni’ del Sindaco Marino e all’esplodere dello scandalo di Mafia Capitale. Sul versate Municipio sono venuti al pettine i nodi della rappresentanza politica dei vertici con il partito di riferimento che, di fatto, è stato uno dei motivi della totale latitanza dell’amministrazione più prossima ai bisogni dei cittadini. La vicepresidente Antonella Manotti si è invece espressa in merito alle questioni della trasparenza amministrativa e del ripristino della legalità che, anche nel nostro piccolo territorio, sono all’ordine del giorno come l’assegnazione di spazi pubblici in maniera quanto meno oscura (mentre il CDQ non ha una sede ufficiale) o la mancata riapertura della Sala dell’ex Enaoli. L’assemblea è stata anche l’occasione per annunciare che nei prossimi mesi, l’impegno del Consiglio direttivo e del CDQ presenterà alcuni cambiamenti: mentre si continuerà a portare avanti le istanze del quartiere, le segnalazioni di malfunzionamenti, la necessità di miglioramenti … si cercherà di creare più occasioni di incontro, di crescita culturale e sociale, di azioni di solidarietà e convivialità perché il nodo di tanto impegno rimane la partecipazione dei cittadini. Sono state inoltre fornite informazioni specifiche su alcuni argomenti richiesti dei cittadini presenti. Dopo gli appelli alla partecipazione e la diffusione (parziale) di locandine in vari spazi del quartiere, la presenza dei cittadini interessati – che ringraziamo – è stata piuttosto bassa; sono centinaia quelli che quotidianamente segnalano, denunciano, propongono … azioni, cortei, manifestazioni, discese in strada … eppure quando c’è la possibilità di fare concretamente qualcosa non sentono la necessità di partecipare! Lo diciamo fin dall’inizio: il CDQ non è “il braccio armato...

Read More

Consiglio Direttivo info11

Consiglio Direttivo info11

Una “passeggiata” di protesta Giovedì 7 aprile 2016 il Comitato di quartiere è uscito finalmente fuori! Fuori nel senso che da più parti si sentiva la necessità di vederci ‘fisicamente’, di parlarci, di confrontarci …al di là dei tanti strumenti elettronici (utili) che ci permettono comunque di restare collegati; l’occasione è stata fornita dal Consiglio Direttivo che ha inteso promuovere due “passeggiate” di protesta proprio con l’obiettivo di far scendere in strada e sensibilizzare i cittadini sui problemi di Torre Spaccata. La prima si è svolta giovedì 7 aprile: appuntamento alle ore 18 al parco tra viale dei Romanisti e viale Palmiro Togliatti, già noto nel quartiere per essere uno dei tanti spazi verdi ‘abbandonati’ al degrado. I cittadini sono arrivati alla spicciolata, molto variegata la partecipazione: giovani e giovanissimi (qualche passeggino), meno giovani, pensionati… qualche faccia conosciuta nelle precedenti esperienze del CDQ, tante facce nuove… tutti molto preoccupati per come è ridotto il nostro quartiere. Nuovo era lo striscione che da oggi seguirà le attività del CDQ mentre lo slogan coniato per l’occasione è in realtà quello che ci accompagna fin dall’inizio della nostra attività: Chiediamo: + sicurezza + legalità + decoro Vogliamo:  – buche – fumi – schifo #TorreSpaccataDiceBasta   Dopo un momento introduttivo che doveva servire ad informare i cittadini, ma abbiamo visto che tutti seguono con attenzione l’operato del CDQ, per cui si è risolto con un momento di scambio di idee, proposte, denuncie… la “passeggiata” si è dipanata tra viale dei Romanisti e viale Palmiro Togliatti cercando di creare “quel poco di confusione” che ci permettesse di avere visibilità e di informare i passanti sui nostri obiettivi. Il tutto si è svolto in maniera ordinata e pacifica e a qualche intemperanza da parte di alcuni automobilisti (abbiamo sempre attraversato sulle strisce e con il semaforo verde!!) abbiamo risposto distribuendo un sorriso e un volantino con le nostre motivazioni. Al termine abbiamo anche ricevuto la ‘visita’ inaspettata di una volante della Polizia di Stato allertata per la presenza del nostro corteo: anche questa cosa si è risolta senza alcuna complicazione. Non ci resta che ringraziare i cittadini che hanno voluto ‘camminare’ con noi – una stima parla di circa cento persone, “ma per la Questura eravamo venti” 🙂 – e che, in questo modo hanno lanciato un primo segnale di cambiamento e di impegno per Torre Spaccata. Ci siamo lasciati dandoci appuntamento per la seconda “passeggiata” giovedì 14 aprile questa volta dall’altra parte del quartiere a Parco Mancini. Hanno scritto della manifestazione alcuni giornalisti che da tempo seguono i lavori del CDQ: http://www.romadaleggere.it/torre-spaccata-protesta-comitato-di-quartiere/ http://www.municipioroma.it/torre-spaccata-passeggiata-di-protesta-dei-cittadini-contro-degrado-roghi-e-buche/ http://torri.romatoday.it/torre-maura/basta-degrado-la-protesta-di-torre-spaccata-strade-parchi.html...

Read More

Consiglio Direttivo info10

Consiglio Direttivo info10

Dopo il resoconto dello corso febbraio, il CD del Comitato di Quartiere Torre Spaccata, se da una parte non deve registrare particolari novità – a parte le solite buche piantonate da pattuglie della Polizia Locale, i soliti rami che cadono con grande rischio per i cittadini, i soliti ritardi dei mezzi pubblici, i soliti allagamenti di strade ad ogni pioggia, i soliti fumi dagli accampamenti abusivi … – deve comunque segnalare almeno due notizie importanti che riguardano il nostro quartiere: La prima notizia è la convocazione del Comitato, a seguito delle reiterate denunce, da parte del Commissario straordinario del Comune di Roma, dott. Tronca. Così martedì 8 marzo, una delegazione del Consiglio Direttivo si è recata in Campidoglio per esporre a voce tutti i problemi che affliggono il nostro quartiere e che sono stati, in questi ultimi anni, portati su tutti i tavoli dei nostri amministratori con poca o nulla fortuna. Insieme a noi anche i CDQ di Torre Angela, Colle degli Abeti e Colle Mattia (praticamente i comitati che più di altri “si erano fatti sentire”); dall’altro lato del tavolo una folta e autorevole delegazione (il prefetto Tronca era impegnato in un’altra riunione) composta dai tre sub-commissari: Camillo de Milato, Livio Panini d’Alba e Maria Barilà, da Dirigenti e Direttori di vari Dipartimenti comunali (Avvocatura,Urbanistica, Mobilità, SIMU…) e dal Direttore Generale di ATAC Marco Rettighieri. Tutti i Comitati hanno esposto le questioni più urgenti del loro territorio e, ad essere onesti, ascoltare di zone di Roma dove mancano strade, fogne, scuole, trasporti, addirittura allacciamenti di acqua ed energia elettrica … ridimensiona di molto le nostre pur sacrosante richieste. Ma non c’era da stilare una classifica: sia sub-commissari sia i funzionari presenti hanno ascoltato tutti con la massima attenzione appuntandosi le situazioni denunciate. Per quanto ci riguarda dobbiamo registrare che Torre Spaccata e i suoi problemi è ‘riconosciuta’ da tutti e tutti erano più o meno informati sulle cose che abbiamo segnalato [Relazione_Tronca]. È stata anche l’occasione per presentare il nostro progetto “#ideefuoricentro_TorreSpaccata” e lo studio realizzato da Carlo Andrea Tortorelli sulla sospensione della linea del ‘trenino giallo’ Roma-Giardinetti (c’era stato un precedente incontro con Carlo e forse anche un altro nei prossimi mesi per illustrare un progetto relativo alla mobilità sul nostro quadrante). Tutti i documenti sono stati acquisti agli atti, saranno allegati al verbale dell’incontro e inviati ai relativi referenti per quanto di loro competenza. Cosa portiamo a casa? Praticamente ben poco! Se non altro possiamo avere – se ne mancava ancora la consapevolezza – che il Comitato in questi anni si è mosso in maniera corretta e a 360° (ripetiamo: tutti conoscono la questione, ad es. di Viale dei Romanisti o quella dei giardini) ma la nostra opera si...

Read More

Consiglio Direttivo info6

Consiglio Direttivo info6

Tra lettere, denuncie, petizioni e la ricerca di una sede è passato un anno Ad un anno dalla ripresa delle attività del Comitato di Quartiere, il Consiglio Direttivo ha incontrato il sig. Luigi Daraccio, Responsabile AMA del VI Municipio per avviare un proficuo e costruttivo rapporto tra cittadini e azienda http://www.torrespaccata.org/consiglio-direttivo-info5/ A questo è seguita la denuncia inviata al Sindaco Marino, agli Assessori competenti e alla stampa sul forte disagio e degrado del quartiere http://www.torrespaccata.org/torre-spaccata-dice-basta/ Cosa è successo dopo è sotto gli occhi di tutti: sono state richieste le dimissioni del Sindaco, sciolto il Consiglio comunale, partito il processo a “Mafia Capitale” e nominato un Commissario straordinario nella figura del Dott. Francesco Paolo Tronca (che ha nominato a sua volta dei sub Commissari). Ma a Torre Spaccata? Il CDQ non è stato con le mani in mano; chi ci segue con attenzione saprà della bellissima festa organizzata a Parco Mancini per la nuova statua di Pinocchio http://www.torrespaccata.org/bentornato-pinocchio/ ma anche della denuncia sulle emissione di fumi nauseabondi e potenzialmente pericolosi per la salute, provenire da un accampamento abusivo sorto tra i campi del Centro sportivo “Augustea” e viale Palmiro Togliatti che ha raccolto centinaia di firme ed è stata inviata alle Autorità competenti (a proposito, ora il Comitato ha la sua PEC, Posta Elettronica Certificata, per una migliore ed efficace comunicazione con le Istituzioni: cdq@pec.torrespaccata.org). A questo bisogna aggiungere una nuova petizione – anche questa con centinaia di firme, specialmente di studenti – che chiede il ripristino e il potenziamento della linea tranviaria del “Trenino Giallo”. Infine abbiamo colto l’occasione dell’arrivo di nuovi fondi per la città per il Giubileo, per ricordare al Prefetto Tronca quali sono le problematiche più urgenti del nostro quartiere che attendono una soluzione seria e duratura. (Tutti i documenti redatti dal Consiglio Direttivo li potete trovare su http://www.torrespaccata.org/comitato-di-quartiere/archivio-documenti/) Questo non è tutto Il costante rapporto con i cittadini e il monitoraggio della rete, ci portano a condividere l’amarezza e lo sconcerto di tanti sullo stato di abbandono in cui versa Torre Spaccata, pensiamo all’assurda storia della pattuglia della Polizia locale che ha presidiato per giorni una buca su viale dei Romanisti! Lo ripeteremo fino alla nausea: il Consiglio Direttivo non ha la bacchetta magica ma, compatibilmente con gli impegni e le capacità di ognuno, è sempre disponibile a “dare voce a Torre Spaccata”. Ora tra i prossimi impegni a cui siamo chiamati c’è quello della sede: avere una sede “nostra”, aperta, accogliente, viva … non è solo una necessità. Abbiamo e continuiamo a ricevere la solidarietà di coloro che ci ospitano – prima il mercato ora il Circolo “La Torraccia” di via Marco Stazio Prisco 41 (sotto la Torre di San Giovanni) – però siamo...

Read More

Bentornato Pinocchio!

Bentornato Pinocchio!

Giovedì 22 ottobre 2015 è una data da ricordare nella vita di Torre Spaccata in quanto era un bel po’ di tempo che non si riusciva a fare scendere in piazza centinaia di persone, non per manifestare o protestare, ma per fare festa! Una festa nata quasi per caso, dall’impegno di alcune realtà del quartiere (tra cui il nostro Comitato di quartiere) riunite attorno all’idea dello scultore Giacomo Scarcella e del suo impegno con i ragazzi della Cooperativa Cospexa, attiva da molti anni nel campo dell’assistenza dei portatori di handicap: donare al quartiere una nuova statua di Pinocchio da collocare sulla fontana di Parco Mancini. Un breve riassunto per coloro che non conoscono la storia. Nel 1983 il Cav. Francesco Mancini, due anni dopo la morte del figlio Renzo, ragazzo diversamente abile, decise di far realizzare a sue spese, un ricordo nel parco che era stato intitolato al ragazzo. Giorgio Fiordelli, scultore e poeta romanesco, realizzò una statua in bronzo di Pinocchio, che rappresentava un episodio della vita del burattino: l’arresto di Pinocchio ad opera di due carabinieri e fu posta sopra la fontana del parco. Un’altra statua, raffigurante una figura umana composta di nastri, con tre colombe, fu posta su un piedistallo vicino. Dopo poco tempo la statua di Pinocchio fu vandalizzata con il furto dei due carabinieri, mentre Pinocchio “resistette” per una decina d’anni, dopo di che subì la stessa sorte dei due carabinieri, lasciando così la fontana priva di ogni decorazione e in preda al degrado fino ai giorni nostri.   Ecco allora l’idea di una festa per riportare nel parco Pinocchio e chi meglio dei bambini potevano essere i protagonisti di questo ritorno? Grazie alla collaborazione di alcune insegnanti delle scuole elementari e materna del quartiere, il parco si è presto riempito di striscioni, disegni, cartelloni, pupazzi… dedicati al personaggio nato dalla penna di Carlo Collodi – vogliamo ricordare che la manifestazione ha ricevuto il patrocinio della Fondazione Nazionale Carlo Collodi che custodisce il “patrimonio ideale” del burattino – altre classi hanno invece preferito l’omaggio di poesie e filastrocche composte per l’occasione per arrivare al canto e all’espressione musicale con il coro dei Piccoli Cantori di Torrespaccata e i laboratori della Scuola di Musica Béla Bartòk. Nel frattempo era stata preparata una ricca merenda per tutti i partecipanti, piccoli e grandi, offerta da alcuni commercianti del quartiere che hanno risposto in maniera encomiabile alla richiesta di ‘sponsorizzare’ la festa.   Il momento clou è stato lo scoprimento della nuova statua, un caratteristico Pinocchio seduto sul ‘famoso’ abbecedario, che ha raccolto tutti in un ideale girotondo attorno alla fontana, finalmente pulita, restaurata ed abbellita con una nuova recinzione e una serie di maioliche colorate frutto della...

Read More