Statuto

statutoStatuto del Comitato di Quartiere di Torre Spaccata
Comune di Roma – VI Municipio

Titolo I – Costituzione – Sede – Finalità – Membri

Art. 1 – Costituzione
Il giorno 23 del mese di gennaio dell’anno 2004, su iniziativa di un gruppo di cittadini, si è costituito in Roma il “Comitato di Quartiere di Torre Spaccata”, in seguito indicato in sigla CdQTS, in conformità a quanto previsto dall’art. 8 comma 1 della Legge 267/2000 e dagli artt. 2 e 12 dello Statuto del Comune di Roma. [1]
Il CdQTS ha durata illimitata salvo i casi previsti dell’art. 18.

Art. 2 – Sede
Il CdQTS ha sede provvisoria in Via Cornelio Sisenna 53 – 00169 – Roma.
Eventuali variazioni di sede saranno deliberate dal Consiglio Direttivo.

Art. 3 – Finalità
Il CdQTS si propone l’esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale per i cittadini e il territorio del quartiere di Torrespaccata.
Precisamente ha lo scopo di:

  • conoscere e studiare in maniera analitica la realtà territoriale del quartiere in tutte le sue forme e manifestazioni;
  • promuovere iniziative per migliorare la qualità della vita del quartiere sollecitando la partecipazione e la collaborazione dei cittadini e delle componenti sociali, culturali, scolastiche, sportive, religiose ed economiche che operano nel territorio in forma organizzata;
  • rappresentare – nel pieno rispetto delle leggi e con metodo democratico – gli interessi dei cittadini presso l’Amministrazione Comunale – centrale e periferica – e presso altri Organismi istituzionali, ogni qualvolta ci siano progetti che riguardino il territorio del quartiere e i servizi ad esso collegati;

Il CdQTS non ha alcuna connotazione partitica; ricerca e mantiene rapporti con altre associazioni e realtà sociali che operano sul territorio nel rispetto delle specifiche competenze e caratterizzazioni.
Il CdQTS non ha alcun fine di lucro e si avvale, in modo determinate e prevalente, delle prestazioni personali e gratuite dei propri aderenti.

Art. 4 – Aderenti
Sono aderenti del CdQTS tutte le persone fisiche maggiorenni residenti anagraficamente nel quartiere di Torre Spaccata – delimitato dai confini: viale Palmiro Togliatti, via Casilina, via di Torre Spaccata e Municipio VII – che ne fanno richiesta, senza distinzione di cittadinanza, religione, razza e genere, previa accettazione dello Statuto e del Regolamento.
Gli aderenti si impegnano a contribuire alle spese di gestione mediante il versamento di un contributo volontario annuale e a collaborare fattivamente per il raggiungimento delle finalità statutarie.
Possono altresì farne parte anche le persone giuridiche (associazioni, gruppi, enti, movimenti ecc., legalmente costituiti e senza fini di lucro) che hanno la sede sociale nel quartiere che saranno rappresentate da un loro delegato.

Titolo II – Patrimonio e Bilancio

Art. 5 – Patrimonio
Per il conseguimento dei suoi scopi, il CdQTS si avvale di fondi propri, ricavati contributi degli aderenti, da contributi da parte di enti o privati, da eventuali rendite, donazioni, lasciti o sottoscrizioni.
Per l’autofinanziamento delle proprie attività, il CdQTS potrà esercitare, in via marginale, attività di natura commerciale senza fine di lucro, nel pieno rispetto delle normative fiscali vigenti.

Art. 6 – Rendiconto
L’esercizio sociale si chiude il 31 dicembre di ogni anno.
Si fa obbligo altresì di impegnare gli utili o gli avanzi di gestione per la realizzazione delle finalità istituzionali.

Titolo III – Composizione del Comitato

Art. 7 – Organi del Comitato
Gli Organi del CdQTS, sono:

  • l’Assemblea
  • il Consiglio Direttivo
  • il Presidente
  • il Collegio arbitrale

Tutte le cariche associative sono ricoperte a titolo gratuito e viene garantito il rispetto del principio delle pari opportunità.

Art. 8 – Assemblea
L’Assemblea è composta da tutti i cittadini residenti a Torre Spaccata.
L’Assemblea può essere ordinaria o straordinaria.
L’Assemblea ordinaria è convocata dal Presidente almeno una volta all’anno, per l’approvazione del bilancio.
L’Assemblea straordinaria è convocata quando la maggioranza del Consiglio Direttivo ne ravvisi la necessità o quando ne venga fatta richiesta motivata almeno un quinto degli aderenti al CdQTS.
Le convocazioni vengono disposte almeno una settimana prima della data fissata per l’Assemblea mediante più idonea prassi divulgativa con l’utilizzo di mailing-list, manifesti, locandine, volantini ecc…
L’Assemblea è presieduta dal Presidente e, in sua assenza, dal Vicepresidente o dal membro più anziano del Consiglio Direttivo.
L’Assemblea ordinaria elegge, alla scadenza del mandato o per dimissioni, i componenti del Consiglio Direttivo e del Collegio Arbitrale.
L’Assemblea ordinaria delibera:

  • sui rendiconti e sui contributi volontari annuali
  • sugli indirizzi e sulle direttive generali del CdQTS
  • su eventuali modifiche allo Statuto e Regolamento

Delle Assemblee viene redatto il verbale dal Segretario. Il verbale è firmato dal Presidente, dal Segretario e da almeno tre aderenti presenti; i verbali vengono approvati nelle sedute successive.

Art. 9 – Consiglio Direttivo
Il Consiglio Direttivo è composto da 5 a 10 membri eletti dall’Assemblea.
I componenti del Consiglio Direttivo rimangono in carica per due anni con nomina rinnovabile.
Il Consiglio Direttivo si riunisce almeno una volta al mese su convocazione del Presidente o su richiesta avanzata da metà più uno di suoi componenti.
Le convocazioni vengono diramate almeno sette giorni lavorativi prima della data fissata per l’Assemblea, mediante la più idonea prassi divulgativa.
Non possono essere eletti al Consiglio Direttivo coloro che rivestono cariche pubbliche elettive. Sono altresì esclusi i responsabili territoriali di partito; devono altresì dimettersi i componenti che durante il loro mandato vengano a ricoprire tali cariche.

Il Consiglio Direttivo:

  • elegge, tra i propri membri, il Presidente, il Vicepresidente, il Segretario, il Tesoriere e nomina tra gli aderenti, i Referenti di Zona;
  • attua le direttive generali stabilite dall’Assemblea e promuove in tale ambito ogni iniziativa diretta al conseguimento degli scopi sociali;
  • predispone, attraverso il Tesoriere, il rendiconto preventivo e consuntivo;
  • propone l’importo del contributo annuale;
  • delibera gli importi di spesa superiori ai 100,00 euro;
  • indica la data, la sede e l’odg delle assemblee ordinarie e straordinarie;
  • predispone i regolamenti interni per l’ordinamento dell’attività.

Art. 10 – Presidente
Il Presidente rappresenta legalmente il CdQTS e dura in carica due anni con nomina rinnovabile.
Il Presidente convoca e presiede le Assemblee e le riunioni del Consiglio Direttivo.

Art. 11 – Vicepresidente
Il Vicepresidente assume tutti i poteri del Presidente in caso di impedimento di questi.

Art. 12 – Segretario
Il Segretario provvede a redigere i verbali delle Assemblee del CdQTS e del Consiglio Direttivo.
Custodisce e aggiorna il libro degli aderenti, tiene l’archivio degli atti del CdQTS e li rende disponibili su richiesta degli interessati.

Art. 13 – Tesoriere
Il Tesoriere ha il compito:

  • della regolare tenuta del fondo-cassa e delle relative scritture contabili;
  • di controfirmare tutti gli atti del Presidente riguardanti la gestione economica del CdQTS;
  • di redigere il rendiconto preventivo e consuntivo annuale.

Art. 14 – Referenti di Zona e Gruppi di lavoro
I Referenti di Zona sono nominati – tra gli aderenti – dal Consiglio Direttivo di cui entrano a far parte; sono responsabili delle zone in cui viene ripartito il quartiere per una migliore e più capillare funzione di comunicazione e organizzazione; svolgono la propria attività nel rispetto delle deliberazioni dell’Assemblea e possono avvalersi anche di collaboratori non membri del CdQTS.
I Gruppi di lavoro possono essere istituiti dal Consiglio Direttivo per l’elaborazione dei progetti e la realizzazione delle finalità del CdQTS; ne possono far parte aderenti del CdQTS e possono altresì essere chiamate a farne parte, in maniera temporanea e/o occasionale, persone esterne di comprovata esperienza nei rispettivi campi di attività.
Entrambe le funzioni dovranno relazionare periodicamente in merito alle attività svolte.

Art. 15 – Collegio arbitrale
Il Collegio arbitrale è eletto dall’Assemblea e dura in carica due anni con nomina rinnovabile ed ha il compito di dirimere tutte le eventuali controversie tra i membri e tra questi e il CdQTS o i suoi organi.
È composto da tre membri che si fanno garanti del rispetto delle finalità statutarie; essi giudicheranno ex bono et aequo senza formalità di procedura. Il loro lodo sarà inappellabile.

Art. 16 – Comunicazione
Il CdQTS può dotarsi – per la comunicazione relativa esclusivamente alla propria attività e a informazioni utili per i residenti nel quartiere – di propri organi di informazione (giornalino, sito internet, pagina facebook…), dove non potranno essere pubblicate iniziative che riguardano movimenti politici o di partito. A tale incarico verrà designato dal CD un membro dello stesso Consiglio Direttivo, fermo restando che i contenuti delle comunicazioni verranno concordate in sede di riunione del CD.

Titolo IV – Disposizioni generali

Art. 17 – Regolamento
Il CdQTS per ogni esigenza di carattere organizzativo, potrà avvalersi di un Regolamento interno, redatto dal Consiglio Direttivo approvato dall’Assemblea.

Art. 18 – Estinzione
Il CdQTS verrà ad estinzione con l’esaurimento dello scopo o per deliberazione dell’Assemblea.
I componenti convengono che nel caso in cui si verifichi l’estinzione del CdQTS, gli eventuali fondi residui saranno devoluti a fini sociali.

Art. 19 – Disposizioni di legge
I dati anagrafici acquisiti dal CdQTS vengono conservati nel pieno rispetto delle legge 675/96. Il responsabile preposto al trattamento dei dati è il Segretario in carica.
Per quanto non specificamente disposto, si fa riferimento al Codice Civile e alle leggi in materia.


 

[1] L’assemblea dei cittadini, convocata in data 23 ottobre 2014, ricostituisce il CdQTS e adotta il presente Statuto.