Consiglio Direttivo info31

Consiglio Direttivo info31

Le elezioni amministrative dell’autunno scorso hanno portato con sé, oltre al rinnovo dell’Amministrazione cittadina (Comune e Municipio) anche il definitivo passaggio del nostro quartiere dal Municipio VI al Municipio VII: Torre Spaccata è stato l’unico quartiere che, utilizzando gli strumenti messi a disposizione dallo Statuto e dal Regolamento comunale, ha portato fino in fondo il desiderio dei suoi abitanti, che si sono spesi per la raccolta delle firme che ha accompagnato la richiesta del CDQ. Parallelamente a questo delicato passaggio amministrativo, lo stesso CDQ ha ritenuto fosse importante presentarsi rinnovato ed è per questo che nell’assemblea del 17 dicembre 2021 è stato eletto il nuovo Consiglio Direttivo che raccoglie alcuni ‘vecchi’ Consiglieri con l’aggiunta di nuovi cittadini disponibili. Dopo questi due adempimenti formali il CD che ha dovuto affrontare per prima cosa il ‘posizionamento’ di Torre Spaccata nel nuovo Municipio: c’era da far conoscere il quartiere alla Giunta del Municipio VII, c’era da riprendere le cose lasciate in sospeso, c’era innanzitutto una rinnovata volontà di contribuire a migliorare la vita degli abitanti di Torre Spaccata. Si è iniziato con le richieste del riconoscimento ufficiale del nostro CDQ ai sensi della Deliberazione n.52/2017 del Municipio e il monitoraggio rigoroso delle risorse in bilancio, legato al passaggio di Municipio; c’è stato inoltre il nostro ingresso nella Comunità Territoriale del Municipio VII, realtà che riunisce gran parte dei Comitati e Associazioni operanti nei quartieri che ricadono all’interno del Municipio che, ricordiamo, è il più popoloso di Roma con quasi 300.00 abitanti e che si estende da Porta San Giovanni fino alle pendici dei Castelli Romani. Parallelamente è iniziato l’invio di una serie di lettere in cui abbiamo esposto alcuni dei problemi che affliggono il quartiere (e forse tutta la città): pulizia e rifiuti (abbiamo inviato un report dettagliatissimo sul posizionamento dei cassonetti e il loro stato!), decoro dei parchi e giardini (anche qui con la descrizione puntuale delle aree gioco), il recupero degli spazi abbandonati e/o occuparti, situazione di strade e marciapiedi… Questo originario pacchetto di segnalazioni ha portato nel marzo 2022 ad un primo incontro con il Presidente del Municipio VII Francesco Laddaga e gli assessori Estella Marino (Ambiente e Rifiuti) e Riccardo Sbordoni (Cultura), che sono venuti a Torre Spaccata per incontrarci e rendersi conto dal vivo di alcune delle cose segnalate (ad esempio, dello stato in cui si trova la Sala Civica-Teatro nel complesso dell’EX ENAOLI ristrutturata ma scandalosamente inutilizzabile!!) Intanto, nel nostro piccolo, aderiamo alla grande manifestazione “ROMA CURA ROMA”, promossa dal Comune di Roma di una giornata dedicata alla pulizia e alla cura di un pezzetto di città: noi scegliamo la fermata della Metro C di Torre Spaccata che ripuliamo dai rifiuti e dalle erbacce. L’interlocuzione con...

Read More

Consiglio Direttivo info 22

Consiglio Direttivo info 22

Mercoledì 19 giugno 2019 presso la sala-teatro della parrocchia S. Maria Regina Mundi si è svolta un’assemblea pubblica curata dal Comune di Roma per presentare una proposta di pista ciclabile su Viale dei Romanisti; presenti Enrico Stefàno, Vice Presidente Vicario dell’assemblea Capitolina, Alberto Ilaria, Presidente del Consiglio del Municipio VI e Marco Contadini, Ingegnere di Roma Servizi per la Mobilità. Forse a causa dell’orario, erano presenti, oltre ai componenti del Consiglio Direttivo del Comitato di Quartiere,  (pochi) cittadini e associazioni. Stefàno ha esordito mettendo subito in chiaro che Viale dei Romanisti è e deve tornare ad essere una strada di quartiere e non l’alternativa alla via Casilina. Inoltre, realizzare la pista ciclabile significa: riconsiderare tutta la mobilità del quartiere secondo un’ottica sostenibile; integrare e raccordare le altre piste ciclabili che insistono nel quadrante cittadino; avere l’occasione per riqualificare e mettere in sicurezza la strada per tutti gli utilizzatori. A seguire, la presentazione del progetto ‘di massima’ curato dall’Agenzia di Roma Servizi per la Mobilità. Lo studio realizzato ha rilevato la possibilità di realizzare la pista ciclabile secondo tre ipotesi che prevedono tutte la costruzione di piste monodirezionali sia ai lati della carreggiata sia al centro; in ogni caso sarebbero mantenute almeno due corsie di marcia per ogni carreggiata e la possibilità di prevedere dei parcheggi (almeno in alcuni tratti). Ilaria ha tenuto a precisare che questo progetto potrebbe essere “il cavallo di Troia” per affrontare una volta per tutte la questione del rifacimento e della messa in sicurezza di Viale dei Romanisti. Tutti i cittadini presenti hanno accolto con soddisfazione l’attenzione dell’Amministrazione, anche se un po’ in ritardo (avevamo incontrato Ilaria e Stefàno nell’ottobre 2017 http://www.torrespaccata.org/consiglio-direttivo-info-19/) e hanno indicato la preferenza per la costruzione delle due corsie della pista ai lati della carreggiata, inoltre hanno espresso alcune considerazioni che si possono riassumere: Non fare della pista ciclabile “una cattedrale nel deserto” al pari di quella su Viale Togliatti; è stato risposto che esiste un piano di riqualificazione e manutenzione dell’intero tratto. Per rendere veramente utile la pista all’intero quartiere e non solo ai ciclisti “più attivi”, bisogna prevedere la realizzazione di una maglia di percorsi che colleghino i punti più significativi e utili per i cittadini: stazioni metro, parrocchie, scuole, ufficio postale…anche realizzando “zone 30”. Visto che si parla di rivedere la mobilità in chiave sostenibile, perché non prevedere anche una corsia preferenziale per i mezzi pubblici che attraverserebbero il Viale in maniera più rapida o la possibilità di avere stazioni di bikesharing e stalli per parcheggiare le biciclette. Sono state anche segnalate altre ‘criticità’, ad esempio, la situazione delle caditoie e dello smaltimento delle acque meteoriche che andrebbe ad essere molto impattante sulla funzionalità della pista ciclabile; la...

Read More

Assemblea di Autunno

Assemblea di Autunno

Saltato il consueto appuntamento di Primavera, il CDQ Torre Spaccata si è riunito il 18 ottobre 2018 per l’annuale assemblea degli aderenti. Presente tutto il Consiglio Direttivo uscente e una quarantina di cittadini. Al primo punto dell’odg proprio la questione della partecipazione: si è ripetuto per l’ennesima volta che è necessario cambiare il paradigma ora imperante: basta mettere un like su un post e abbiamo assicurato la nostra partecipazione! Purtroppo non è così!! Bisogna ritornare  a partecipare con la presenza, lo studio, la disponibilità…c’è bisogno di gente che dedichi un po’ del proprio tempo – compatibilmente con gli impegni personali – al quartiere; solo così potremo essere più precisi nel denunciare l’incuria e il degrado ma anche più incisivi nella fase di progettazione e la visione di un quartiere migliore. Ci si è poi confrontati sulla proposta, che cova da tempo nell’animo di molti cittadini: il distacco dal VI Municipio per aderire al VII. La proposta, dicevamo, non è nuova in quanto sono anni che davanti alle esigenze espresse dal CDQ e dai cittadini, il Municipio ha fatto “orecchie da mercante” accampando le più disparate motivazioni. D’altra parte è pur vero che, per  conformazione territoriale e struttura urbanistica, Torre Spaccata sia un quartiere più vicino, ad esempio, a ‘Don Bosco’ che a ‘Tor Bella Monaca’; senza dimenticare il “fattore distanza” dai servizi e dalle necessità dei cittadini. Questa è una questione tutta da sviluppare e sarà sul tavolo del Consiglio Direttivo nelle prossime riunioni, nelle quali decideremo le iniziative e le attività da realizzare. L’assemblea è poi proseguita con alcune comunicazioni del Consiglio che ha aggiornato i presenti sulle questioni ancora (purtroppo) aperte, ne diamo brevi cenni in quanto sono state puntualmente illustrate nel corso dell’anno: Spostamento-adeguamento del mercato bisettimanale di Via Sisenna. Per questioni igenico-sanitarie e amministrative si è rischiata addirittura la chiusura. Abbandonato – troppo presto –  il progetto di spostamento nell’area di Via Namusa, ora si punta allo spostamento-slittamento sull’area dell’ex mercato sempre a Via Sisenna, che va comunque sistemata. Abbiamo posto al Municipio due questioni che sono ancora senza risposta: il mancato confronto con i cittadini in fase di decisione (visto la tanta sbandierata trasparenza e partecipazione!!!) e il necessario e continuo controllo del numero dei banchi autorizzati che, a quanto ci risulta, sono 70 (e avranno spazi maggiori), compito che spetta alla Polizia Locale. Raccolta dei rifiuti. Con tappe forzate L’AMA sta predisponendo il nuovo metodo di raccolta dei rifiuti che entro l’anno (?) sarà esteso anche al nostro quartiere. Alle riunioni che hanno visto illustrare le varie tipologie di raccolta è stato presente anche il nostro CDQ ricavando, per quanto ci riguarda, una quanto meno ‘preoccupante’ previsione: non avendo – fino ad oggi...

Read More

Consiglio Direttivo info 20

Consiglio Direttivo info 20

PRONTI…VIA! Sabato 5 maggio si è svolta la Terza Giornata della Collaborazione Civica, un’occasione per incontrarsi, discutere e diffondere un messaggio di sostenibilità declinata in tutte le sue dimensioni: ambientale, economica e sociale in poche parole una bella giornata per il nostro quartiere! Il programma prevedeva appuntamenti e tappe che attraversavano tutto il territorio Sud-Est di Roma con una serie di attività ed eventi organizzati dalle associazioni, dai comitati e dai cittadini attivi dei vari quartieri, in collaborazione con le istituzioni come il Municipio V, il Comune di Roma, ENEA e l’Università LUISS Guido Carli. La tappa di Torre Spaccata, a cui si riferiscono le foto, si è svolta presso lo spazio verde adiacente la Biblioteca Rugantino che, per l’occasione, è stato riportato ad una condizione di pulizia – con lo sfalcio dell’erba – che non si vedeva da anni! Al centro dell’iniziativa nel nostro quartiere ci sono state le famiglie e i bambini, in particolare, coinvolti in giochi e attività che vedevano la sistemazione di “zolle d’orto” e semplici “orti verticali”: ecco allora i piccoli giardinieri tutti attenti a piantare basilico, rosmarino, salvia e tante altre essenze… Non sono mancati i discorsi “ufficiali” che hanno sottolineato l’importanza di questa Giornata che, se non vuole essere presto dimenticata, deve far nascere una nuova consapevolezza tra i cittadini e un nuovo modo di rapportarsi tra cittadini e istituzioni. A questo proposito è utile sapere che questo spazio è stato, da oggi, concesso in ‘adozione’ dal Municipio proprio ai cittadini, tramite la richiesta fatta dalla Comunità Parco Pubblico di Centocelle con il sostegno del Comitato di Quartiere Torre Spaccata e il Gruppo di Acquisto Solidale GASPAR8. Per farci cosa? Bhe…avere tutto questo spazio non dovrebbe ‘limitare’ la capacità di sognare e progettare attività che facciano crescere la nostra comunità: si parte dalla normale manutenzione e pulizia, ma si possono preventivare feste, assemblee, giornate di svago, incontri culturali, continuare con la messa a dimora di nuove piante e creare un sistema di orti condivisi…far collaborare non solo i cittadini, ma anche le scuole, le parrocchie, le associazioni presenti sul territorio. Come andiamo ripetendo da anni, Torre Spaccata è un bel quartiere ma così come è ridotto non ci piace…chi ci sta a...

Read More

Consiglio Direttivo info 18

Consiglio Direttivo info 18

Stamane 1° agosto 2017, su richiesta avanzata anche dal nostro Comitato di Quartiere, la Commissione parlamentare di inchiesta sulle condizioni di sicurezza e sullo stato di degrado delle città e delle loro periferie ha effettuato un lungo sopralluogo nell’area del Parco di Centocelle, su viale Palmiro Togliatti (zona rottamatori) recandosi infine alla “fossa” tra viale Togliatti e viale dei Romanisti. Nei giorni scorsi ci siamo premuniti di inviare, su richiesta della stessa Commissione, due documenti denunciamo la grave situazione di degrado del quartiere e il disaggio montante dei cittadini di Torre Spaccata. Per la Commissione erano presenti gli onorevoli Morassut, Miccoli, Rampelli; oltre a loro presenti anche esponenti dei Municipi V e VI nelle figure dei rispettivi presidenti, con diversi consiglieri di maggioranza e opposizione. Per il nostro CDQ erano presenti il presidente Daniele Eleuteri, la vicepresidente Antonella Manotti e i consiglieri Bruno Di Venuta e Nicola Baini; tanti anche i cittadini che hanno voluto essere presenti in questa occasione per testimoniare la loro rabbia e il loro sconforto. Durante il percorso i deputati hanno potuto constatare lo stato di degrado del PAC, dove insistono costruzioni abusive ed insediamenti rom. A riprova dell’incredibile situazione più volte denunciata e verificata anche dalla Polizia Locale, è stato il fatto che la chiave del cancello, che impedisce di fatto l’accesso al Parco da viale Togliatti ai cittadini, sia in possesso – a quale titolo non si sa – di persone che abitano nelle strutture abusive all’interno del Parco stesso! I parlamentari hanno quindi ‘visitato’ la famosa “fossa” oggetto di una battaglia pluriennale del CDQ e che nei giorni scorsi è stata al centro di un vasto incendio che ha ammorbato l’aria del quartiere per alcuni giorni. È superfluo dire quale è stata la reazione dei parlamentari che hanno parlato di “situazione vergognosa e drammatica”! Dopo tanta fatica per riuscire a mobilitare una così numerosa e importante rappresentanza politica e istituzionale, si spera di arrivare ad una reale soluzione dei problemi. La Commissione, al termine delle visita, ha dichiarato che riferirà a settembre al Ministro dell’Interno Minniti in merito alla situazione dell’intera area e in quell’occasione sarà deciso come affrontare tutta la problematica emersa ovvero insediamenti abusivi, roghi tossici e delocalizzazione degli autodemolitori. Si auspica inoltre una collaborazione tra Municipi, Comune e Stato, altrimenti sarà molto difficile uscire da una realtà vergognosa e molto pericolosa per i cittadini. Il CDQ di Torre Spaccata sarà, come sempre, attento a seguire gli sviluppi della situazione e lancia un appello affinché i cittadini prendano coscienza della necessità di mobilitarsi e impegnarsi per il bene del...

Read More

Assemblea di Primavera 2017

Assemblea di Primavera 2017

Iniziamo subito col dire che non si vedeva un’assemblea così partecipata dai tempi di quella sull’istallazione della SRB nei pressi del campo di calcio in via Marco Stazio Prisco. Grazie alla disponibilità del parroco di San Bonaventura, che ha messo a disposizione la sala teatrale, circa 200 persone hanno partecipato (anche sfidando un temporale che si è abbattuto improvviso) all’assemblea il 6 aprile u.s. Il buon lavoro del Consiglio Direttivo si è visto anche nella presenza di molti ‘politici’ del nostro Municipio, a partire dal Presidente Roberto Romanella, Alberto Ilaria, Presidente del Consiglio Municipale, Giuseppe Agnini, Presidente della Commissione Lavori Pubblici e Urbanistica, Fabrizio Tassi, Presidente della Commissione Ambiente e Mobilità e altri Consiglieri di maggioranza e opposizione: tra cui Fabrizio Compagnone e Gianfranco Gasparutto (PD), Massimo Fonti,  Antonio Villino e Pamela Strippoli (FDL). Presente anche il parroco di S. Maria Regina Mundi p. Francesco Sciarelli. Inutile dire che dopo il saluto del presidente del CDQ, Daniele e della puntuale ricognizione dei problemi del quartiere esposta da Antonella e Bruno, il clima si è subito ‘riscaldato’ e c’è voluta tutta la prontezza di don Stefano Cascio per ricondurre la discussione su un livello accettabile. Sono poi cominciate le risposte da parte degli amministratori che hanno esordito raccontando della situazione drammatica che hanno trovato dal loro insediamento, prima tra tutte la mancanza di fondi. A dire la verità, vere risposte ai problemi elencati non c’è ne sono state. Tra le più urgenti, si aspettavano risposte su: la messa in sicurezza di Viale dei Romanisti e la manutenzione stradale (il costo complessivo del rifacimento del solo Viale è stato stimato in 1.400.000 Euro… non certo nella disponibilità del VI Municipio che attualmente ha in bilancio, per tutto il proprio territorio, 870.000 Euro). C’è stato l’impegno di risolvere almeno le questioni più urgenti come le buche e l’illuminazione (si è in attesa di un nuovo appalto che permetterà di effettuare degli interventi che siano più efficaci e duraturi nel tempo). Critica anche la situazione della segnaletica orizzontale, pulizia caditoie, scivoli per disabili. Sui parchi e i giardini si sta procedendo ad una mappatura delle aree verdi, per individuare quelle di competenza dipartimentale e municipale. L’obiettivo è quello del maggior decentramento possibile con relativa presa in carico da parte del Municipio di parchi e giardini e successiva messa a bando della loro gestione. Il Presidente Romanella si è impegnato a risolvere entro breve termine la situazione di forte degrado ed incuria del parco di Viale dei Romanisti/Viale P. Togliatti, effettuando perlomeno le necessarie potature e riparando la rete che lo delimita. Altro tasto dolente la presenza di accampamenti abusivi, in particolare quello che insiste nella ‘buca’ alle spalle del centro sportivo Augustea. Anche qui...

Read More