Consiglio Direttivo info 24

Consiglio Direttivo info 24

Mercoledì 19 febbraio 2020, presso la parrocchia di San Bonaventura – che ringraziamo per l’ospitalità – il Comitato di Quartiere e un nutrito numero di cittadini, ha incontrato Angelo Sturni, presidente della Commissione Roma Capitale, Statuto e Innovazione Tecnologica per fare il punto sull’iter della petizione, sottoscritta da oltre 1500 cittadini di Torre Spaccata, che chiede che il quartiere si distacchi dal Municipio VI e venga accorpato al Municipio VII. Dopo i saluti e una brevissima premessa dei componenti del Consiglio Direttivo del CDQ, la parola è passata al presidente Sturni che ha riconosciuto ai cittadini il merito dell’uso degli strumenti della partecipazione attiva ed ha espresso la sua personale adesione alla richiesta che punta al ripristino di una situazione urbanistica e sociale storica, e cioè il ricongiungimento di Torre Spaccata con il quartiere Don Bosco. La delibera è ora nelle mani dei Municipi interessati (è stata inviata proprio lo stesso giorno) che hanno trenta giorni di tempo per presentare il loro parere e i loro emendamenti. Visto che i Municipi erano stati invitati all’incontro, è stato molto interessante ascoltare dalla loro viva voce cosa ci dovevamo aspettare: per il Municipio VII erano presenti il vicepresidente Giuseppe Commisso e l’assessore Salvatore Vivace, per il Municipio VI il presidente dell’assemblea Alberto Ilaria e l’assessore Sergio Nicastro. Tutti si sono espressi a favore della richiesta dei cittadini, sottolineando che questo comporterà un “super lavoro” da parte delle relative amministrazioni per completare il passaggio di tutti gli atti e i documenti, preannunciando che ci potrebbe essere un periodo di transizione che richiederà un po’ di pazienza da parte dei cittadini. Dopo questi pareri, la delibera tornerà in Commissione e poi all’Assemblea capitolina per l’OK definitivo e visto che occorre una maggioranza qualificata si spera – ma non vediamo motivi – che anche dalle opposizioni non vengano posti veti; il tutto si potrà completare entro i prossimi mesi, speriamo prima dell’estate. Ricordiamo che gli effetti della variazione andranno a regime con le prossime elezioni amministrative. Ringraziamo i rappresentanti delle amministrazioni presenti per l’attenzione che stanno avendo su questa richiesta e per la disponibilità mostrata nell’incontrare il CDQ e i cittadini, ma ringraziamo in modo particolare proprio i cittadini di Torre Spaccata che sono stati “parte attiva” in questo processo con la raccolta delle firme e con la presenza anche in questa occasione a testimonianza del fatto che serve la partecipazione reale e che non basta stare dietro una tastiera per FARE qualcosa per il nostro...

Read More

Consiglio Direttivo info 23

Consiglio Direttivo info 23

Martedì 14 gennaio 2020 una delegazione del Consiglio Direttivo del CDQ ha incontrato presso l’Aula Giulio Cesare del Comune di Roma, il consigliere Angelo Sturni, Presidente della Commissione per lo Statuto del Comune di Roma, in merito la nostra petizione per il distacco dal Municipio VI e l’accorpamento con il Municipio VII. Il Presidente ci ha mostrato la bozza della delibera che presenterà nei prossimi giorni – e che raccoglie essenzialmente le nostre richieste – con la quale si ridisegnano i confini dei due Municipi interessati dal nostro ‘spostamento’: ci sarà prima un passaggio in Commissione e la richiesta di un parere – non vincolante – ai due Municipi. In questa fase potremmo essere chiamati ad esporre verbalmente e motivare la nostra richiesta. Non ci dovrebbero essere problemi per l’approvazione in quanto già tutte le parti in causa hanno dato parere favorevole. Il tutto dovrebbe concludersi entro il mese di gennaio per approdare successivamente in Aula per il voto del Consiglio, che deve approvare a maggioranza qualificata (servono 25 voti). Il breve incontro si è svolto in un clima di massima collaborazione: il consigliere – che si è reso disponibile ad incontrare i cittadini di Torre Spaccata appena la delibera verrà portata in Consiglio – si è mostrato fiducioso ed ha mostrato apprezzamento per il lavoro che abbiamo svolto, che è diventato l’occasione affinché si giunga ad una più completa ridefinizione dei Municipi romani prima delle prossime elezioni amministrative. A margine abbiamo incontrato, solo per poche battute, il consigliere Enrico Stefàno, Presidente della Commissione Mobilità con il quale abbiamo aperti alcuni fronti, tra cui, il più urgente, quello sulla recente rimodulazione delle linee di trasporto pubblico che ha penalizzato non poco il nostro quartiere con la ‘scomparsa’ del 558 e la sostituzione con il 557. Il consigliere ci ha assicurato che è in costante contatto con Roma Mobilità per verificare l’operato di Roma TPL (titolare della linea 557) e tra qualche giorno ci sarà un incontro al quale saremo invitati. Sulla sistemazione definitiva di Viale dei Romanisti abbiamo registrato la “solita” promessa di un progetto, di cui però non abbiamo ancora riscontro…speriamo...

Read More

Consiglio Direttivo info 22

Consiglio Direttivo info 22

Mercoledì 19 giugno 2019 presso la sala-teatro della parrocchia S. Maria Regina Mundi si è svolta un’assemblea pubblica curata dal Comune di Roma per presentare una proposta di pista ciclabile su Viale dei Romanisti; presenti Enrico Stefàno, Vice Presidente Vicario dell’assemblea Capitolina, Alberto Ilaria, Presidente del Consiglio del Municipio VI e Marco Contadini, Ingegnere di Roma Servizi per la Mobilità. Forse a causa dell’orario, erano presenti, oltre ai componenti del Consiglio Direttivo del Comitato di Quartiere,  (pochi) cittadini e associazioni. Stefàno ha esordito mettendo subito in chiaro che Viale dei Romanisti è e deve tornare ad essere una strada di quartiere e non l’alternativa alla via Casilina. Inoltre, realizzare la pista ciclabile significa: riconsiderare tutta la mobilità del quartiere secondo un’ottica sostenibile; integrare e raccordare le altre piste ciclabili che insistono nel quadrante cittadino; avere l’occasione per riqualificare e mettere in sicurezza la strada per tutti gli utilizzatori. A seguire, la presentazione del progetto ‘di massima’ curato dall’Agenzia di Roma Servizi per la Mobilità. Lo studio realizzato ha rilevato la possibilità di realizzare la pista ciclabile secondo tre ipotesi che prevedono tutte la costruzione di piste monodirezionali sia ai lati della carreggiata sia al centro; in ogni caso sarebbero mantenute almeno due corsie di marcia per ogni carreggiata e la possibilità di prevedere dei parcheggi (almeno in alcuni tratti). Ilaria ha tenuto a precisare che questo progetto potrebbe essere “il cavallo di Troia” per affrontare una volta per tutte la questione del rifacimento e della messa in sicurezza di Viale dei Romanisti. Tutti i cittadini presenti hanno accolto con soddisfazione l’attenzione dell’Amministrazione, anche se un po’ in ritardo (avevamo incontrato Ilaria e Stefàno nell’ottobre 2017 http://www.torrespaccata.org/consiglio-direttivo-info-19/) e hanno indicato la preferenza per la costruzione delle due corsie della pista ai lati della carreggiata, inoltre hanno espresso alcune considerazioni che si possono riassumere: Non fare della pista ciclabile “una cattedrale nel deserto” al pari di quella su Viale Togliatti; è stato risposto che esiste un piano di riqualificazione e manutenzione dell’intero tratto. Per rendere veramente utile la pista all’intero quartiere e non solo ai ciclisti “più attivi”, bisogna prevedere la realizzazione di una maglia di percorsi che colleghino i punti più significativi e utili per i cittadini: stazioni metro, parrocchie, scuole, ufficio postale…anche realizzando “zone 30”. Visto che si parla di rivedere la mobilità in chiave sostenibile, perché non prevedere anche una corsia preferenziale per i mezzi pubblici che attraverserebbero il Viale in maniera più rapida o la possibilità di avere stazioni di bikesharing e stalli per parcheggiare le biciclette. Sono state anche segnalate altre ‘criticità’, ad esempio, la situazione delle caditoie e dello smaltimento delle acque meteoriche che andrebbe ad essere molto impattante sulla funzionalità della pista ciclabile; la...

Read More

Consiglio Direttivo info 20

Consiglio Direttivo info 20

PRONTI…VIA! Sabato 5 maggio si è svolta la Terza Giornata della Collaborazione Civica, un’occasione per incontrarsi, discutere e diffondere un messaggio di sostenibilità declinata in tutte le sue dimensioni: ambientale, economica e sociale in poche parole una bella giornata per il nostro quartiere! Il programma prevedeva appuntamenti e tappe che attraversavano tutto il territorio Sud-Est di Roma con una serie di attività ed eventi organizzati dalle associazioni, dai comitati e dai cittadini attivi dei vari quartieri, in collaborazione con le istituzioni come il Municipio V, il Comune di Roma, ENEA e l’Università LUISS Guido Carli. La tappa di Torre Spaccata, a cui si riferiscono le foto, si è svolta presso lo spazio verde adiacente la Biblioteca Rugantino che, per l’occasione, è stato riportato ad una condizione di pulizia – con lo sfalcio dell’erba – che non si vedeva da anni! Al centro dell’iniziativa nel nostro quartiere ci sono state le famiglie e i bambini, in particolare, coinvolti in giochi e attività che vedevano la sistemazione di “zolle d’orto” e semplici “orti verticali”: ecco allora i piccoli giardinieri tutti attenti a piantare basilico, rosmarino, salvia e tante altre essenze… Non sono mancati i discorsi “ufficiali” che hanno sottolineato l’importanza di questa Giornata che, se non vuole essere presto dimenticata, deve far nascere una nuova consapevolezza tra i cittadini e un nuovo modo di rapportarsi tra cittadini e istituzioni. A questo proposito è utile sapere che questo spazio è stato, da oggi, concesso in ‘adozione’ dal Municipio proprio ai cittadini, tramite la richiesta fatta dalla Comunità Parco Pubblico di Centocelle con il sostegno del Comitato di Quartiere Torre Spaccata e il Gruppo di Acquisto Solidale GASPAR8. Per farci cosa? Bhe…avere tutto questo spazio non dovrebbe ‘limitare’ la capacità di sognare e progettare attività che facciano crescere la nostra comunità: si parte dalla normale manutenzione e pulizia, ma si possono preventivare feste, assemblee, giornate di svago, incontri culturali, continuare con la messa a dimora di nuove piante e creare un sistema di orti condivisi…far collaborare non solo i cittadini, ma anche le scuole, le parrocchie, le associazioni presenti sul territorio. Come andiamo ripetendo da anni, Torre Spaccata è un bel quartiere ma così come è ridotto non ci piace…chi ci sta a...

Read More

Consiglio Direttivo info 18

Consiglio Direttivo info 18

Stamane 1° agosto 2017, su richiesta avanzata anche dal nostro Comitato di Quartiere, la Commissione parlamentare di inchiesta sulle condizioni di sicurezza e sullo stato di degrado delle città e delle loro periferie ha effettuato un lungo sopralluogo nell’area del Parco di Centocelle, su viale Palmiro Togliatti (zona rottamatori) recandosi infine alla “fossa” tra viale Togliatti e viale dei Romanisti. Nei giorni scorsi ci siamo premuniti di inviare, su richiesta della stessa Commissione, due documenti denunciamo la grave situazione di degrado del quartiere e il disaggio montante dei cittadini di Torre Spaccata. Per la Commissione erano presenti gli onorevoli Morassut, Miccoli, Rampelli; oltre a loro presenti anche esponenti dei Municipi V e VI nelle figure dei rispettivi presidenti, con diversi consiglieri di maggioranza e opposizione. Per il nostro CDQ erano presenti il presidente Daniele Eleuteri, la vicepresidente Antonella Manotti e i consiglieri Bruno Di Venuta e Nicola Baini; tanti anche i cittadini che hanno voluto essere presenti in questa occasione per testimoniare la loro rabbia e il loro sconforto. Durante il percorso i deputati hanno potuto constatare lo stato di degrado del PAC, dove insistono costruzioni abusive ed insediamenti rom. A riprova dell’incredibile situazione più volte denunciata e verificata anche dalla Polizia Locale, è stato il fatto che la chiave del cancello, che impedisce di fatto l’accesso al Parco da viale Togliatti ai cittadini, sia in possesso – a quale titolo non si sa – di persone che abitano nelle strutture abusive all’interno del Parco stesso! I parlamentari hanno quindi ‘visitato’ la famosa “fossa” oggetto di una battaglia pluriennale del CDQ e che nei giorni scorsi è stata al centro di un vasto incendio che ha ammorbato l’aria del quartiere per alcuni giorni. È superfluo dire quale è stata la reazione dei parlamentari che hanno parlato di “situazione vergognosa e drammatica”! Dopo tanta fatica per riuscire a mobilitare una così numerosa e importante rappresentanza politica e istituzionale, si spera di arrivare ad una reale soluzione dei problemi. La Commissione, al termine delle visita, ha dichiarato che riferirà a settembre al Ministro dell’Interno Minniti in merito alla situazione dell’intera area e in quell’occasione sarà deciso come affrontare tutta la problematica emersa ovvero insediamenti abusivi, roghi tossici e delocalizzazione degli autodemolitori. Si auspica inoltre una collaborazione tra Municipi, Comune e Stato, altrimenti sarà molto difficile uscire da una realtà vergognosa e molto pericolosa per i cittadini. Il CDQ di Torre Spaccata sarà, come sempre, attento a seguire gli sviluppi della situazione e lancia un appello affinché i cittadini prendano coscienza della necessità di mobilitarsi e impegnarsi per il bene del...

Read More